Scambi giovanili

AMECE collabora con SCI ITALIA, Associazione laica che si occupa di volontariato internazionale e dell’organizzazione di scambi giovanili.

Gli scambi giovani internazionali possono essere utilizzati come strumento di reinserimento ed inclusione sociale di giovani provenienti da diverse condizioni di disagio. Grazie all’apprendimento “non formale” gli scambi giovanili sono un’opportunità di incontro e di attivazione dei partecipanti, nonché di conoscenza delle reciproche culture.

In quest’ottica, AMECE ha organizzato a Torino due scambi internazionali dedicati al tema dello sport e dell’inclusione sociale a cui hanno partecipato giovani provenienti da contesti a rischio di 5 paesi europei.

Alfabetizzazione informatica

L’Associazione AMECE organizza corsi di Alfabetizzazione Informatica con lo scopo di formare i partecipanti all’uso del pc e di Internet, permettendo loro di acquisire una buona competenza digitale.

Acquisire le competenze informatiche basilari permette di sfruttare gli strumenti digitali a pieno, così da soddisfare i bisogni legati alla vita quotidiana, informarsi, tenersi aggiornati e comunicare con gli altri.

Alle nozioni teoriche di base su come è fatto un computer e come sono organizzate le informazioni, vengono affiancati molti momenti di pratica, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo della rete Internet e dei programmi di videoscrittura.

Attività ricreative

Tra i progetti dedicati ai più giovani, l’Associazione A.M.E.C.E organizza anche delle attività ricreative.

Il venerdì i ragazzi e le ragazze sono coinvolti in momenti ludico-formativi che facilitano l’apprendimento attraverso metodi non formali.

Tra questi: laboratori di teatro e informatici, partecipazione ad eventi come il Migrantour e la rassegna cinematografica “Mondi Lontani Mondi Vicini”, così come uscite per bambini in occasione delle ricorrenze come Halloween e Natale. Tutte attività che aiutano a svagare la mente, ma anche ad acquisire nuove conoscenze.

Diventa volontario!

Se hai un po’ di tempo libero, vuoi fare un’esperienza interculturale ed entrare in rete con il territorio, il volontariato in AMECE è quello che fa per te!

Puoi aiutare nelle seguenti attività:

  • Doposcuola
  • Laboratori linguistici
  • Attività sportive
  • Laboratori artistici
  • Sportello di ascolto
  • Attività di segreteria
  • Supporto nell’organizzazione di eventi

Zone: Porta Palazzo – Barriera di Milano – Mirafiori

Per maggiori informazioni e per conoscere gli appuntamenti per ciascuna atività:

327 4986018 – 328 2187468

e-mail: amece.baity@gmail.com

Facebook: https://www.facebook.com/AMECE-176330122473738/

Impariamo l’Arabo

L’Associazione AMECE, in collaborazione con il Centro Interculturale di Torino, propone ai cittadini diversi laboratori, tra cui quelli linguistici.

“Impariamo l’Arabo” è un laboratorio destinato ad adulti che non hanno alcuna conoscenza della lingua.

L’obiettivo è quello di far conoscere la cultura araba attraverso l’apprendimento della lingua, sia in un’ottica di integrazione tra popoli, sia per facilitare la comunicazione in una società sempre più multietnica.

La docente, Dr.ssa Aicha Mounir, madrelingua araba e con esperienza pluriennale nell’insegnamento, fornirà le prime basi della scrittura, della fonetica, della grammatica e del lessico, nonché aspetti legati alla cultura araba, soprattutto per quanto riguarda il contesto storico-geografico.

Sono previsti 10 incontri, articolati su due livelli: base e intermedio.

Gli appuntamenti saranno i seguenti:

LIVELLO BASE: Mercoledì 18-20

1° sessione – da ottobre al dicembre 2019

2° sessione – da gennaio a marzo 2020

LIVELLO INTERMEDIO: Mercoledì 18-20

Da aprile a giugno 2020

Iscrizioni: via e-mail all’indirizzo elena.roero@tiscali.it o telefonando al numero 3381678274.

Il laboratorio si avvierà con un minimo di 10 e un massimo di 20 partecipanti.

Estate ragazzi

L’associazione A.M.E.C.E si propone ogni anno, nel periodo estivo, di avviare diverse attività di tipo culturale, sportivo, di svago e di relazione educativa. L’iniziativa è rivolta a tutti i ragazzi che ne facciano richiesta e alle loro famiglie, senza alcuna discriminazione, all’interno del progetto per l’integrazione e l’esaltazione delle diversità individuali. Organizzate principalmente all’IC Ilaria Alpi, sede scolastica secondaria di primo grado Croce, in corso Novara 26 e con un’attiva partecipazione da parte dei giardini ALIMONDA e la sua comunità, le attività hanno come fine ultimo quello di essere un mezzo di prevenzione sociale lavorando, soprattutto, all’abbattimento dei problemi derivanti dai disagi urbani.

Le attività si svolgeranno dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 17.30, a partire da fine giugno, per la durata complessiva di un mese.

Lo scopo del progetto,vuole essere quello da un lato,di sviluppare le capacità motorie dei ragazzi, anche valutandole come mezzo di sfogo o opportunità per conoscere meglio se stessi e il proprio corpo, imparando a collocarsi nello spazio e ad avere coscienza di sé; dall’altro di sviluppare le conoscenze sociali, abituando i ragazzi e gli adolescenti , spesso con una storia ricca di complessità e problematicità alle spalle, ad una vita sociale sana attraverso l’applicazione e l’arricchimento culturale che le diversità di ognuno possono apportare al gruppo.

Essendo i partecipanti molto giovani, ogni insegnamento sarà attraverso il gioco e la didattica attiva, in modo tale da tenere alta l’attenzione dei ragazzi coinvolgendoli attivamente nelle attività, di modo che possano sentirsi apprezzati e quindi di conseguenza assorbire ancora più conoscenza.

Il fine ultimo del progetto vuole essere dunque quello di fornire ai ragazzi ogni mezzo possibile per la crescita e per affrontare le sfide di ogni giorno, abbattendo le barriere sociali e permettendo loro di trovare il proprio posto senza difficoltà in una piena integrazione all’interno del contesto urbano circostante e della nostra società, di modo che non si sentano mai più esclusi imparando ad interagire attivamente e a farsi strada.

Inoltre, Amece in collaborazione con il Consolato del Marocco di Torino, accompagna gruppi di minori residenti a Torino e città limitrofe che partecipano al soggiorno estivo in Marocco.

Doposcuola

Torna l’autunno e torna il doposcuola organizzato da AMECE!

I volontari dell’Associazione sono a disposizione di bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie per svolgere insieme i compiti. Gli appuntamenti sono a cadenza regolare durante la settimana in base al grado di istruzione e il servizio viene svolto anche il sabato.

I giovani studenti vengono accolti nella Biblioteca Primo Levi, in via Leoncavallo 17, all’interno di spazi in cui possono dedicarsi ai compiti e alla lettura di libri. Venite a trovarci!

Vuoi partecipare come volontario ?

Visita la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/AMECE-176330122473738/ per scoprire tutte le attività

oppure richiedi informazioni via mail: amece.baity@gmail.com

Inclusione Minori

Nell’anno scolastico 2017/2018, per rispondere all’aumento di nuove richieste formative a livello quantitativo e qualitativo, con particolare riguardo all’inserimento dei quindicenni, la Fondazione per la Scuola  ha deciso di finanziare un “progetto sperimentale” di durata annuale all’interno di tutti i plessi del CPIA1 e del CPIA 2 di Torino (per un totale di cinque scuole). Il progetto ha previsto lo svolgimento di percorsi formativi specifici ed innovativi rivolti ad un gruppo classe composto da un minimo di 15 minori ed orientati a favorire una maggiore inclusione sociale nonché l’acquisizione di autonomia attraverso strumenti concreti. Le attività ed i contenuti dovevano seguire un andamento modulare ed adattarsi ai processi cognitivi tipici dei minori, ai loro bisogni specifici di apprendimento, mirando al rafforzamento delle competenze di base ed alla valorizzazione delle competenze chiave di cittadinanza, secondo l’approccio del lifelong learning.  L’equipe di lavoro interprofessionale doveva essere costituita da docenti sensibili al tema dell’accoglienza dei minori e disponibili ad operare in un contesto innovativo e da educatori di realtà associative radicate nel territorio attive nel no profit . La classe doveva configurarsi come uno spazio/tempo inclusivo “a misura” degli studenti, con un’offerta formativa settimanale di 15 ore dal lunedì al venerdì, caratterizzata da contenuti, metodologie e strumenti innovativi, come l’utilizzo dei media digitali, capaci di stimolare la partecipazione attiva dei minori, unendo le valenze formative agli aspetti ludici e ricreativi, l’autoformazione continua di docenti ed educatori. Lo spazio/tempo “curriculare” di 10 ore settimanali co-progettato e co-gestito dai docenti insieme agli educatori, dove sono integrate metodologie educative formali e non formali, doveva essere implementato ed arricchito in continuità da uno spazio/tempo extracurriculare, con attività aggregative e ricreative svolte dagli educatori per 3 ore alla settimana, destinate alla conoscenza del territorio, delle sue risorse formali e informali.

Provaci Ancora, Sam!

Dal 2017/2018 Amece collabora con il CPIA2 sul progetto Provaci ancora Sam  contro la dispersione scolastica.

Gli interventi mirano a fornire supporto scolastico ed educativo, promuovere la resilienza e lo sviluppo dell’autonomia nell’orientarsi verso le risorse del territorio e sviluppare progettualità di vita.

Vengono privilegiate una didattica laboratoriale attenta a sviluppare abilità e competenze attraverso il learning by doing.

 

 

Laboratorio “L’arte di piacere e piacersi”

Descrizione e programma

Diffondere e far conoscere alcune pratiche e tradizioni del Maghreb nella cura della persona, che utilizzano prodotti naturali facilmente reperibili e a basso costo. Programma: all’Hammam di Via Fiochetto, 15; la pulizia del corpo nella tradizione marocchina, il peeling; trattamento dei capelli co prodotti naturali preparazione balsami e impacchi; le tinte naturali; la pulizia del viso; lo scrub; preparazione di creme e trattamenti per le mani; la depilazione con caramello (halawa); trattamento anticellulite con argilla e aceto di mele. Dimostrazione pratica di tutte le preparazioni.

Quando

Sono previsti 4 incontri il venerdì dalle 18.00 alle 19.30:  venerdì 11 e 18 aprile, 9 e 16 maggio 2014

 

Dove
Centro interculturale di Corso Taranto 160, Torino 

Iscrizioni
via e-mail all’indirizzo elena.roero@tiscali.it o telefonando al numero 338.1678274. 

Il laboratorio si avvia con un minimo di 6 iscritti. Massimo di partecipanti 15