Letteratura araba

Poesia

Muhammad Awzal fu un poeta religioso berbero nato intorno al 1670 nel villaggio di al-Qasaba nella regione del Sous e qui morto nel 1748 o nel 1749. Della sua vita si hanno poche notizie certe. In gioventù doveva avere ucciso qualcuno della sua tribù e per questo si rifugiò a Tamegrout, località nota per un antico santuario, dove intraprese gli studi religiosi. Probabilmente fu al termine dei suoi studi che compose, a mo’ di tesi di laurea, la sua prima opera, Mahamiz al-Ghaflan. Dopo qualche tempo tornò, pentito, al proprio villaggio, mettendosi a disposizione della famiglia dell’ucciso, che avrebbe potuto vendicarsi, ma (convinta forse della sincerità della conversione e della sua nuova scelta di vita) gli concessse il perdono.

Continua a leggere

Codice Moudouwana

La Moudouwana è il codice marocchino dello statuto personale e delle successioni, emanato nel 1957 ed emendato nel 1993. Il 10 Ottobre 2003, il Re Mohamed VI, in occasione dell’apertura della II sessione legislativa, ha presentato il progetto di riforma del Codice al fine di adottare una legislazione più moderna in materia di diritti e dignità delle donne, in cui viene regolamentata la moderna famiglia marocchina (diritti delle donne, proibizione della poligamia, diritti dei bambini) Comparata alla Moudouwana (codice di famiglia) precedente, le riforme più eclatanti riguardano la parità dei diritti e dei doveri tra i coniugi e nei confronti dei figli. Continua a leggere

Giornali, Radio e Tv

I giornali marocchini

Stampa in lingua francese:

Le Matin du Sahara et du Maghreb (800.000 copie): giornale ufficiale della monarchia marocchina (stampato a Casablanca). Racconta dettagliatamente i fatti, le gesta e le opinioni di sua maestà il re del Marocco.

L’Opinion (50.000 copie): giornale del partito Istiqlal , fondato nel 1962 e diretto da Khalid Jamai (redattore capo), sempre molto ossequioso verso il re e il suo entrourage. La versione on line è stata lanciata nel 2002

Continua a leggere

Insegnamento del francese

Insegnare una lingua straniera è sempre un impresa abbastanza complicata e che necessità metodo ed organizzazione in relazione alla tipologia di apprendente, alla fascia d’età, alla natura del corso.

Insegnare francese ai bambini di origine araba  può risultare più semplice rispetto ad un’utenza di bambini di altre nazionalità in quanto i primi presentano una base linguistica di francese già ottenuta nel paese di origine( Marocco, Tunisia, Algeria) o in famiglia.

Oltre ad una buona base grammaticale, favorita da la pratica di esercizi strutturati, è necessario fornire le basi per  poter scrivere correttamente e per sapersi esprimere in maniera più adeguata possibile.

Continua a leggere